Il quotidiano…

Sono 23 giorni che viviamo qui… ed è per questo che volevo raccontarvi un pò come sta andando. “Qui” non è ancora un posto ben definito visto che, ad oggi, non abbiamo trovato casa… cerchiamo di non dormire sempre nello stesso posto per evitare altre sorprese o chiamate ai carabinieri 🙂 Per scaricare le acque, andiamo sempre vicino a Fiano Romano dove c’è un campeggio attrezzato ed è lì anche che una volta a settimana passiamo una giornata per farci tutti una bella doccia calda! Sempre a Fiano Romano, c’è la “nostra” lavanderia a gettoni… ci siamo affezionati perché lasciamo il nostro bucato alla signora (ovviamente una montagna di bucato 😀 ) e lei ci dice l’ora in cui sarà pronto, lavato e asciugato, tutto questo per 10 euro. Per caricare l’acqua, ci fermiamo nelle varie fontanelle, qui ce ne sono un sacco. Insomma, possiamo dire che tutto questo ora è una parte del nostro quotidiano…

Tutte le volte che è possibile, passiamo le nostre giornate al terreno di Pina (alcuni giorni però li dobbiamo dedicare alla ricerca della casa in affitto, è diventato un vero e proprio lavoro!) Stiamo piantando tutto quello che ci è possibile, è un pò tardi per varie cose ma noi ce la stiamo mettendo tutta per poter raccogliere il più possibile… Abbiamo piantato moltissimi pomodori, piantine da semi antichi che Pina aveva già preparato, melanzane, zucche, patate, ocra, rucola, insalate, sesamo, peperoncino e tanti semi che ci siamo portati dal Brasile, ma vedremo che cosa ne verrà fuori. La nostra priorità, come anche quella di Pina, è chiaramente produrre il nostro cibo. Quindi si pianta per tutti noi ma anche per il suo negozio e si pianta in vista di fare conserve sempre per tutti noi e per il negozio… Poi nei progetti c’è di fare il gallinaio per avere uova, di risistemare il vecchio forno perché vorremmo rimetterlo in funzione per cucinare il pane e i biscotti, di piantare un agrumeto e altri alberi da frutto… Insomma tante cose, vorremmo anche rimetterci a fare marmellate… Vorremmo sistemare il terreno anche per poter organizzare corsi di panificazione. Mille idee in testa a noi, tremila in testa a Pina… Siamo felici!

Siamo felici anche perché con lei facciamo un vero e proprio scambio. Lavoriamo in cambio di generi alimentari… Tutto quello che lei ci porta, oltre a quello che il suo terreno già dà (nespole, ciliegie, zucchine, insalate, cipolle, aglio, bietola…) è biologico, sano, tutte le volte che può ci porta il suo preziosissimo pane fatto com semi di grano antico e pasta madre, i biscotti, vino vegano, olio, legumi… Tutti questi cibi per noi non hanno prezzo! Spesso la domenica stiamo tutti insieme, lei, Maurizio, le loro nipotine, quando hanno potuto sono venuti anche il loro figlio Matteo e la nuora Manuela. Un bellissimo appuntamento in cui si cucina tutti insieme, cose semplici, sul fuoco visto che non c’è ancora la cucina, bruschette, verdure saltate, lenticchie… si raccolgono un pò di ciliegie e il pranzo è fatto!

 

Roma e l’incontro con Pina…un tuffo al cuore!

Sono tre giorni che stiamo a Roma e dintorni…per cominciare dall’inizio, devo raccontarvi la giornata di giovedì…e il nostro primo incontro con Pina Fioretto. Siamo entrati proprio nel centro di Roma col camper…una vera avventura 😀 Dopo un pò di fatica per trovare il parcheggio siamo arrivati al negozio di Pina… o meglio al SEMI’N’ARIA. Siamo stati accolti con del pane appena sfornato, abbiamo fatto le prime 4 chiacchiere nel suo laboratorio mentre lei e il nipote Edoardo infornavano e sfornavano… ma non vi parlo di pane e basta… vi parlo di Pane con la P maiuscola!!  Pina, dopo un problema di salute, ha iniziato a farsi il pane da sola…per stare meglio…poi ha pensato che se lei stava meglio, anche altre persone potevano stare meglio mangiando diversamente ed ecco l’idea di creare questo negozio…per condividere. Lei sceglie i semi, vari tipi di grano antico, lo pianta, lo macina e per fare il pane ovviamente utilizza il lievito madre…oltra al pane, vende la sua farina, ortaggi, frutta secca, sale di sedano, vino, olio, pasta, biscotti…tutto rigorosamente scelto e biologico.

Questo incontro è stato davvero importante per noi…ci siamo seduti a tavola dopo la chiusura del negozio ed è stato come stare a casa….come parlare con una persona che conosci da una vita e condivide il tuo stile di vita e i tuoi sogni… Ora ha anche un terreno in cui pianta, oltre al grano tante altre cose ma soprattutto ha tanti progetti. Vedere il suo campo di grano è stata una delle cose più belle che abbiamo mai visto, alcune piante ci arrivavano quasi alla spalla…Pina riconosce i vari tipi di grano, è appassionata e trasmette questa passione ❤

Ieri, ci siamo trovati al terreno, noi con i nostri 5 bimbi e lei con 3 nipotine…abbiamo cucinato tutti insieme e abbiamo passato una giornata davvero bellissima…Massimo ha dato una mano per pulire un antico forno che…chissà…un giorno forse sfornerà di nuovo…oggi ci siamo tornati ma Pina aveva molte consegne e non è riuscita a raggiungerci…però nel fine pomeriggio, ci ha raggiunti al campeggio e ci ha portato il miglior gelato artigianale che abbiamo mai assaggiato 🙂

Ora ci manca la giornata di domani prima di partire per la Toscana, andremo ad Anzio…sempre a fare e mangiare Pane con Pina e una coppia di amici…ma questo ve lo racconterò in un altro post.